Estratto
Sicilia, o cara - Giuseppe Culicchia

Sicilia, o cara

Sicilia, o cara

4.33 3 5 Scritto da: Giuseppe Culicchia Letto da: Oliviero Corbetta
Formato: audio.
Ogni volta che torno in Sicilia da qualche parte dentro di me continuo ad arrivare in Sicilia per la prima volta, bambino, negli anni settanta.". Sicilia, o cara è il viaggio del Culicchia bambino, un viaggio che prepara mesi prima, dopo aver "ascoltato" la Sicilia attraverso le favole - "la favola del nonno, la favola della nonna, la favola dei cavalli da corsa, la favola della maestra severa, la favola delle sfilate in uniforme da Ballila. E poi c'era la mia favola preferita, e cioè la favola dei due soldati dell'Afrikakorps" - e averla "vista" dalle sbiadite foto in bianco e nero. Ed ecco allora l'arrivo alla stazione di Porta Nuova, dove Giuseppe prende il treno che taglia di netto l'Italia, la nebbia si dirada, scorrono paesaggi inediti, si assaporano le prime avvisaglie di odori e colori siciliani grazie ai compagni di viaggio anche loro diretti a Sud. Quando Giuseppe arriva in Sicilia, le fiabe prendono vita, i racconti si cristallizzano in volti, città, parole. Palermo, Marsala, Trapani, tutto è a portata di mano, i parenti lo accolgono con una frase che diventa formula di rito -"Ma tu Peppe sei! Peppe come tuo nonno Giuseppe Culicchia! Pippinu! Pippinu Piruzzu!"-, l'orizzonte si allarga sul mare e Torino sembra appartenere a un'altra vita. E poi c'è il ritorno a casa, che prelude a un altro viaggio, a un'altra attraversata dell'Italia per raggiungere la cara Sicilia.
Lingua: Italiano Categoria: Biografie Traduttore:

Più informazioni

Editore: Storyside
Pubblicato: 2019-09-23
Durata: 3H 59Min
ISBN: 9789179094225
Recensioni

Come funziona?

1) Crea un account qui sul sito web

2) Attiva la prova gratuita

3) Scarica l’app

4) Inserisci le tue credenziali e accedi all’app

5) Inizia ad ascoltare!

Prova gratis per 14 giorni