"Il caso non è chiuso" è uno Storytel podcast scritto e condotto da Carmelo Abbate. Yara Gambirasio è una ragazzina semplice, senza grilli per la testa, brava a scuola, nessun problema in famiglia; tutta casa chiesa e ginnastica. La sua sparizione da Brembate, un paese in provincia di Bergamo, è l’incubo che si materializza in un contesto di normalità che si pensava fosse sicura, al riparo dai pericoli. Ecco perché la storia della tredicenne con l’apparecchio sui denti è entrata nelle case e nelle vite di tutti gli italiani. Ecco perché Yara è diventata la figlia, la sorella, l’amica di chiunque di noi. Ecco perché ogni madre, ogni padre, si è identificato con i suoi genitori, con il loro trauma, con l’angoscia e con il loro dolore, ma anche con l’incredibile contegno, la straordinaria dignità, la compostezza che continuano ad accompagnare la famiglia Gambirasio anche a distanza di anni. Quello di Yara è un caso di cronaca in cui tutto è finito in pasto al pubblico. Anche i particolari più intimi dell’uomo che è stato condannato al carcere a vita per il suo omicidio, Massimo Bossetti, e di sua moglie, Marita Comi. Mentre Yara, a poco a poco, è stata messa da parte ed è diventata via via un semplice pezzo della scena del delitto, portatrice di indizi, di prove e di tracce. Per questo motivo, Carmelo Abbate, giornalista specializzato in cronaca nera, che ha seguito il caso per il giornale Panorama e per la trasmissione televisiva Quarto Grado, ha deciso di scavare nelle oltre 60mila pagine dell’inchiesta e di dare luce e voce alle trascrizioni dei messaggi che Maura, la mamma di Yara, ha lasciato ogni giorno nella segreteria del telefonino della figlia. Per raccontare il dramma, la disperazione, il dolore di una famiglia, dal momento della sparizione di Yara fino a quel benedetto, o maledetto, 26 febbraio, quando la notizia del ritrovamento del corpo ha messo fine alle speranze, e forse anche alle angosce, di Maura e Fulvio Gambirasio. Telefonate e messaggi che gettano una luce diversa, intima, su una storia che Abbate racconta nei primi quattro episodi di una serie di podcast originali, dal titolo “Il caso non è chiuso”, prodotta in esclusiva per Storytel Italia. “Il caso non è chiuso” sarà disponibile da sabato 19 gennaio sulla app di Storytel e tornerà a marzo con altre quattro puntate, nelle quali Carmelo Abbate ripercorrerà alcune delle storie di cronaca più controverse degli ultimi anni. Casi tutt'altro che chiusi, appunto. Carmelo Abbate è giornalista, saggista, scrittore. Dallo studio della trasmissione televisiva Quarto Grado, in onda su Rete4, ha seguito passo dopo passo tutti i più importanti casi di cronaca nera degli ultimi anni. Sempre su Rete4 ha condotto Il Labirinto, un programma che ha portato a galla storie di persone vittime di errori giudiziari. Da cronista, alcune sue inchieste hanno attirato l’attenzione dei media di tutto il mondo – da Newsweek al Washington Post, dalla CBS al Guardian, dalla BBC a France2, da El Mundo alla Pravda, fino alla televisione iraniana. Ha pubblicato dieci libri con Piemme e Sperling. È autore, tra l’altro, delle inchieste internazionali Sex and the Vatican e Il regno dei casti.