Lingua - Mariachiara Montera

Cuffie, registratore, un sacchetto dove mettere quaderno e penne, un borsello blu che mi aveva regalato mia zia Paola, le pile, e un cuore intagliato che arriva da Copenaghen: questi sono gli oggetti che negli ultimi 6 mesi mi hanno aiutato a raccogliere le storie che ascolterete. Sono storie reali, intime, profonde, che attraverso il filo narrativo del cibo, parlano di cambiamenti, di guarigioni, di maternità, di malattia: il cibo è la prospettiva con cui esplorare il passato e il presente dei protagonisti, e per immaginare il futuro. Sono storie fatte di empatia, di comprensione, di immedesimazioni: si comincia il 15 novembre, sono 6 puntate, e la prima è la mia storia. Ogni venerdì un nuovo episodio!